News Primo Piano

L’arte di “manipolare”: una maestria tutta canina

L’arte di “manipolare” dei nostri amici a quattrozampe

Ecco un gesto particolare che, oltre alla postura del corpo, utilizza il contatto fisico vero e proprio per trasmettere un messaggio. Possiamo assistere a questo “discorso” quando due cani con un carattere differente si incontrano: se uno dei due ha un atteggiamento un po’ da “duro” e l’altro vuole rompere il ghiaccio, può capitare che lo faccia come segue: il corpo si abbassa, la parte anteriore in particolare, per trasmettere volontà pacifica, e la testa si spinge in avanti con le labbra chiuse fino a colpire delicatamente il muso dell’altro cane, spesso vicino alle labbra. Un gesto che ricorda, anche se in misura meno esplicita, la richiesta di essere nutrito dei cuccioli di lupo. In genere, il cane con l’atteggiamento “chiuso” si scioglie piuttosto rapidamente e passa ai consueti rituali di conoscenza seguiti, a volte, da iniziative di gioco. Questo perché il cane che ha utilizzato questo approccio ha detto, sostanzialmente: “Come sei grande e forte, io al confronto sono piccolo e indifeso: diventiamo amici?”, lusingando così le velleità del “duro” di turno e placando la sua possibile voglia di dimostrare forza e posizione sociale con mezzi sgradevoli.

I cani sono spesso grandi artisti della manipolazione sociale…

L’articolo completo sul nuovo numero di Argos, disponibile in edicola e online 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali