News

3 modi per fare volontariato al canile e fare la differenza

Fare volontariato al canile e aiutare i cani meno fortunati è davvero importante: eccovi tre modi sorprendenti con cui potrete davvero fare la differenza

Quest’anno, molte famiglie avrebbero voluto adottare un amico a quattro zampe, ma non tutte ne hanno avuto la possibilità. Per questa ragione, se uno dei vostri obiettivi del 2019 è quello di fare volontariato e dare affetto anche ai cani meno fortunati, dovreste prendere in considerazione l’idea di fare quattro passi nei numerosi rifugi e canili nelle vicinanze. Eccovi tre consigli che vi permetteranno di fare davvero del bene anche ai cuccioli meno fortunati…

1/ Per fare del volontariato al canile è necessario pensare oltre i soliti giocattoli…

I rifugi per animali hanno bisogno delle basi per poter garantire un soggiorno quantomeno discreto ai propri cani, per questa ragione, spesso sono richiesti gli oggetti meno ovvi. Smettiamo di pensare ai soliti giocattoli, e pensiamo ad accessori davvero pratici: salviette, coperte, croccantini e piccoli premi che possano (per esempio) aiutare i volontari all’addestramento.

2/ Le abilità personali possono essere molto utili nel volontariato al canile

I canili hanno spesso bisogno di professionisti che siano in grado di fornire le proprie competenze, per questo ogni abilità personale è ben accetta. Se (per esempio) vi reputate degli ottimi costruttori, potreste contribuire realizzando attrezzature per l’agility, oppure adoperarvi per migliorare l’aspetto della struttura in questione. Se avete abilità creative, invece, potreste per esempio contribuire decidendo di donare opuscoli informativi che spieghino e illustrino la struttura, in modo da invogliare altri volontari a fare la loro parte e, chissà, trovare una famiglia ai cani al suo interno.

3/ Si può aiutare i cani abbandonati anche attraverso i social network: ecco come fare volontariato senza andare al canile

Se avete già adottato un cane in passato, presso una determinata struttura, raccontare la vostra storia e quella del vostro amico sui social network potrebbe essere di grande aiuto e impatto. I cani accolti nei rifugi o nei canili, affrontano molto spesso situazioni difficili e vivono in condizioni precarie finché non vengono accolti all’interno di una famiglia, per questa ragione, ogni storia a lieto fine potrebbe spingere qualcun altro a prendere la vostra stessa strada e adottare un cane in difficoltà.

 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali